CONSULENZA PRIVACY
Sabato 15 Giugno 2024




Per chi lavora con gli alimenti, li manipola, somministra, trasporta ecc. adottare un piano di autocontrollo HACCP è obbligatorio e il titolare dell’azienda è responsabile della corretta applicazione del sistema.

Per chi lavora con gli alimenti, li manipola, somministra, trasporta ecc. adottare un piano di autocontrollo HACCP è obbligatorio e il titolare dell’azienda è responsabile della corretta applicazione del sistema.

nuove-img-haccp_1-1024x576

Un consulente HACCP può fornire una consulenza professionale e guidare l’azienda nella corretta applicazione delle procedure HACCP, garantendo il rispetto delle normative sanitarie e la sicurezza alimentare.
In particolare aiuta nella:
  • valutazione dei rischi: identificazione dei punti critici di controllo e analisi dei pericoli potenziali nel processo di produzione e manipolazione degli alimenti;
  • elaborazione del piano di autocontrollo: sviluppo di procedure, documentazione e registrazioni necessarie per garantire la sicurezza alimentare;
  • formazione: fornitura di formazione specifica per il personale riguardo alle pratiche igieniche, alla manipolazione degli alimenti e all’HACCP;
  • verifica e monitoraggio: assistenza nella conduzione di controlli regolari per verificare l’efficacia delle misure di controllo e l’aderenza al piano di autocontrollo;
  • aggiornamenti normativi: mantenimento dell’attività aggiornata sulle modifiche legislative o regolamentari relative alla sicurezza alimentare.


  • rispettare le normative: l’attività deve seguire tutte le leggi, i regolamenti e le linee guida locali e nazionali in materia di sicurezza alimentare. Questi standard stabiliscono i requisiti minimi per la manipolazione, la preparazione e la somministrazione degli alimenti;
  • formazione del personale: assicurarsi che tutto il personale abbia una formazione adeguata sulla sicurezza alimentare. Ciò include l’istruzione sul corretto stoccaggio, la manipolazione e la cottura degli alimenti, nonché sulla gestione delle allergie alimentari e sul controllo delle contaminazioni crociate.

Tra le altre misure da adottare per la sicurezza alimentare annoveriamo:

  • igiene personale: il personale deve adottare misure adeguate di igiene personale, come lavarsi le mani regolarmente con acqua e sapone, indossare indumenti puliti e copricapo, nonché utilizzare guanti monouso quando necessario;
  • conservazione degli alimenti: seguire le corrette pratiche di conservazione degli alimenti per evitare la crescita di batteri dannosi.

Gli alimenti deperibili devono essere mantenuti a temperature sicure per evitare la proliferazione batterica, mentre gli alimenti congelati devono essere conservati a temperature adeguate per preservarne la qualità;


controllo delle materie prime: verificare la qualità e la freschezza delle materie prime utilizzate nella preparazione degli alimenti. Assicurarsi che siano provenienti da fornitori affidabili e che siano stati gestiti in modo sicuro durante il trasporto e lo stoccaggio;

controllo delle contaminazioni crociate: prendere precauzioni per evitare la contaminazione crociata, che si verifica quando i batteri o altri agenti patogeni vengono trasferiti da un alimento a un altro. Ciò può includere l’utilizzo di attrezzature separate per alimenti crudi e cotti, la pulizia e la disinfezione regolare delle superfici di lavoro e degli utensili, nonché la corretta manipolazione degli alimenti;

monitoraggio e registrazione: tenere registri accurati delle temperature di conservazione degli alimenti, delle pratiche di pulizia e delle ispezioni periodiche per garantire la conformità alle normative. Monitorare regolarmente le temperature dei frigoriferi, dei congelatori e dei punti critici durante la preparazione degli alimenti;

controllo dei parassiti: implementare un programma di controllo dei parassiti per prevenire l’infestazione di insetti o roditori che potrebbero contaminare gli alimenti;

etichettatura corretta: etichettare correttamente gli alimenti con informazioni essenziali come la data di scadenza, gli ingredienti utilizzati e le possibili allergie o intolleranze alimentari.

gestione delle allergie alimentari: essere consapevoli delle allergie alimentari e prendere misure appropriate per prevenire la contaminazione incrociata o per fornire alternative sicure per gli individui affetti da allergie.

Queste sono solo alcune delle azioni fondamentali che un’attività che manipola e somministra alimenti dovrebbe intraprendere per garantire la sicurezza alimentare. 
Rispettare queste pratiche e adottare misure preventive può contribuire a garantire la sicurezza alimentare e proteggere i consumatori da malattie alimentari e contaminazioni.

Per chi lavora con gli alimenti, li manipola, somministra, trasporta ecc. adottare un piano di autocontrollo HACCP è obbligatorio e il titolare dell’azienda è responsabile della corretta applicazione del sistema.

Chi vuole organizzare presso la propria sede un corso di formazione rivolto alle persone che all’interno dell’attività manipolano alimenti o li somministrano e sul piano di autocontrollo HACCP, cliccare qui.

Se ti interessa un preventivo personalizzato o per parlare con il nostro ufficio tecnico è possibile chiamare il numero verde 800300333 o whatsapp 0415412700. 
Approfondisci tutti i nostri servizi di Consulenza e Formazione visitando il sito www.modiq.it.
Per una mail modi@modiq.it. Siamo attivi anche in chat!

Related Posts